Locazioni nella Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts


Esterno e Giardini

Per raggiungere l’esterno all’Atrio vi sono due vie: quella principale con il portone ufficiale che da alla via più breve per i cancelli, e quella secondaria che taglia per i giardini, quindi il giocatore dovrà far muovere il pg attraverso il Portone che da sul Portico coperto e poi che da sul cortile vero e proprio, con il sentiero che porta ai giardini che si sdoppia ad un certo punto quando prosegue in laterale verso la scuola per la Serra e prosegue verso dritto in allontanamento dalla scuola verso il Lago Nero e la Foresta Proibita.
Se si dirige verso la foresta quando c’è il bivio con scelta Lago o Sentiero si può raggiungere il Capanno del Guardiacaccia e il Recinto delle Creature che ha una particolare costruzione con banchi e riscaldata da fuochi in inverno dove gli studenti possono fare le lezioni teoriche di Cura delle Creature Magiche.

Se dal bivio ai giardini si andava verso la Serra si segue per un breve tratto il sentiero e si raggiunge una costruzione a vetri solitamente tenuta chiusa dal docente di Erbologia, nella serra principale vi sono banconi e panche dove gli studenti possono seguire la parte teorica delle lezioni.

Dal bivio dei giardini, sul cui sentiero si trova il Platano Picchiatore è inoltre possibile raggiungere lo Stadio di Quidditch, attrezzato con spogliatoi e deposito scope, luci per l'illuminazione notturna e attrezzatura per quidditch.


La Foresta Proibita arriva a confinare con Hogsmeade nella sua parte più settentrionale, zona dove nella cittadella vi è la un tempo famosa Stamberga Strillante, così chiamata per le urla mostruose che vi si udivano durante gl anni settanta. Anche se il luogo ha perso la sua magica attrattiva, divenuto silente, restano ancora voci e folklore sulla costruzione in questione che a quanto pare è un possedimento della scuolta tutt'oggi.


Ecco la struttura dello stadio e dei suoi spogliatoi:

Il campo di Quidditch di Hogwarts, che si trova in pieno parco, è strutturato come i campi professionali: ha una forma ovale ed è lungo circa 165 metri e largo circa 60. Al centro c'è un cerchio dove l'arbitro libera le quattro palle all'inizio della partita. Alle due estremità del campo ci sono tre anelli posti all'altezza di 15 metri circa e del diametro di 2.5m sostenuti da dei pali bianchi, al di sotto dei quali c’è una mezzaluna di sabbia per attutire le cadute. La superficie è erbosa e ben curata.
Il perimetro ovale è alto tre metri e mezzo e largo trenta metri. Ci sono degli spalti facilmente raggiungibili da scale interne al campo, ma i più ambiti sono quelli sulle sedici torrette alte 20 metri che circondano il campo e danno la migliore visuale, a cui si accede tramite scala con doppio accesso interno al campo ed esterno al campo.
Ci sono quattro entrate esterne dal campo che si riconducono al sentiero, ognuna al centro dei quattro “archi” in cui è ipoteticamente divisibile l’ellisse. Tre metri a destra dell’ingresso che si incontra arrivando direttamente dal castello c’è un ufficio che sarebbe preposto all’insegnante di volo, all’arbitro e al custode. E’ un ufficio 4x4mt all’interno del quale è conservato qualche registro, e, cosa più importante, il contenitore con le palle di gioco ufficiali per le partite di Hogwarts, protetto da chiavistello. E’ usualmente chiuso a chiave e non accessibile agli studenti.
Tre metri a sinistra rispetto allo stesso ingresso c’è la rimessa con le Scopelinda in dotazione della scuola, pluffe, boccini, bolidi, mazze da battitori e affini che più usualmente vengono usate negli allenamenti, accessibili a tutti gli studenti.
Diametralmente opposti a questi due locali ci sono gli spogliatoi maschili e femminili, identici tra di loro: Sono due locali di 25x25mt, strutturati all’incirca a T. Appena entrati si nota la fila di armadietti metallici alti circa 1.8mt che si susseguono per circa 10 metri, con al centro una fila di panche in legno per sedersi e cambiarsi. Le due file di armadietti distano ciascuna 7 metri dalle pareti e cinque metri l’una dall’altra. La parete a destra dell’ingresso ospita una piccola bacheca per le comunicazioni di servizio, a sinistra c’è un’altra griglia piena di altra attrezzatura di gioco. Oltre all’ingresso dal campo, ce n’è un altro a sinistra che porta direttamente fuori. Sul fondo c’è una lunga parete che separa dai locali delle docce, che hanno ingresso oltre gli armadietti, a sinistra, con una porta a vetri. Subito nel locale docce si incontrano quattro cubicoli di bagni, e poi 7 docce di fila separate da muretti piastrellati, davanti alle quali ci sono gli appendini per gli asciugamani e gli zerbini antiscivolo.

Sotterranei

I sotterranei non sono tutti raggiungibili, qui infatti esiste il passaggio per le cucine dove si trovano gli elfi domestici, passaggio che va trovato, e secondo le leggende vi sarebbero anche segrete da qualche parte.

Nei sotterranei diametralmente in opposizione vi sono la Sala comune Tassorossoe e la Sala comune Serpeverde.

Nei corridoio sotterranei vi è poi l’Aula di Pozioni, quest’aula comprende una stanza molto vasta con una zona dell’aula adibita a zona pratica, dove vi sono allestiti calderoni e banconi da lavoro, in inverno le temperature nell’aula non sono le migliori.

Sempre nei meandri dei sotterranei vi è l’Aula di Arti Oscure aula chiusa e sigillata con chiavistelli magici molto potenti.

Per raggiungere l’atrio si è costretti a percorrere le fitte scalinate in pietra che sbucano proprio in lato dell’atrio centrale.

I segreti dei sotterranei: con un percorso non noto agli studenti è possibile raggiungere le Cucine di Hogwarts, si vocifera di statue che nascondono passaggi segreti per poterle raggiungere. Trovarli non è semplice, ma gira voce che nei vari anni più studenti ce l'abbiano fatta.

L'Atrio ed il Piano Terra

L’atrio è uno spazio molto vasto su cui sbucano le scale e alcuni corridoio e su cui si affaccia tanto la Sala Grande quanto il Portone Principale e quello secondario che da sul Portico.
Nell’atrio a distanza di larghezza si trovano le scale in salita dai Sotterranei e in discesa dai Piani.
Si ricorda a tutti i giocatori che i pieni della scuola sono sette, ma a livello di sito abbiamo due piani perfettamente allestiti e le scale questo implica che per trovarsi su un altro piano si usa il TAG con locazione definita su uno dei due piani.
La Sala Grande si trova di rimpetto al portone principale e lateralmente a portone secondario che da al Portico, si tratta di una solone con quattro lunghe tavolate che a partire da sinistra sono Serpeverde, Tassorosso, Corvonero e Grifondoro, oltre le quattro tavolate vi è il palco su cui si trova il tavolo docenti, ai lati del palco vi sono due uscite laterali, accessibili solo dai docenti o dal corpo accademico.
Sul lato esterno della sala, che si affaccia sui giardini, vi sono delle ampissime vetrate, per tutto il perimetro della sala invece vi sono stendardi e armature, inoltre il soffitto è stregato sembrano un cielo che cambia a seconda del periodo dell’anno.

Sempre nell’atrio accanto alle scale si trovano le Bacheche Generali e accanto a queste in laterale vi sono le Clessidre del Punteggio Casate, nella clessidra grifondoro vi sono rubini magici, in quella serpeverde smeraldi, in quella corvonero zaffiri e in quella tasso rosso topazi.

Ovviamente sono giocabili on game bagni e corridoi che sboccano sull’atrio, questi sono giocabili preferibilmente in aule non in uso con lezioni in corso con il TAG appropriato bagno e/o corridoio.

I Piani del Castello

PRIMO PIANO: vi sono le aule di Storia e Difesa dalle Arti Oscure più l’Infermeria in arrivo dalle scale si come primo incontro l’Infermeria andando avanti l’aula di Difesa e a fondo corridoio l’aula di Storia della Magia.

SECONDO PIANO: vi sono le aule di Trasfigurazione e Incantesimi più la Biblioteca, in arrivo dalle scale si incontra per prima la biblioteca, poi proseguendo l’aula di incanti e a fondo corridoio l’aula di trasfigurazione.

Ovviamente sono giocabili in on game i bagni del piano il pianerottolo delle scale e la zona scale.

I segreti dei Piani del Castello: alle scale piace cambiare lo sanno tutti in accademia, ma proprio per questo a volte studenti bloccati in aree remote del castello finiscono per scoprire passaggi inattesi e locazioni davvero eccezionali.
Tra le più cercate e di difficile reperimento vi è la Leggendaria Stanza della Necessità, una locazione che a quanto pare ha persino una volontà sua, si racconta sia apparsa ai tempi di Harry Potter e l'Esercito di Silente, per sua libera scelta.

Le Torri del Castello

Vi sono quattro torri di rilievo a Hogwarts più la torre della Guferia, tutte raggiungibili a partire dalla locazione da mettere nel TAG “BIVIO DELLE TORRI”.
TORRE EST-GRIFONDORO: la torre est è la torre dei grifoni.
TORRE OVEST-CORVONERO: la torre ovest è la torre dei corvi.

TORRE NORD: questo vasto torrione ospita le aule di Divinazione, Aula di Rune Antiche e l’osservatorio di Astronomia, tali aule si incontrato in salita a scala a chiocciola nell’ordine scritto, quindi prima divinazione, poi Rune e infine in cima c’è l’aula di astronomia con osservatorio annesso.
.
TORRE SUD: questa torre ospita a metà l’aula docenti e in cima l’ufficio del Rettore in carica, raggiungibile da un corridoio che sale.

La torre con la Guferia è una torre a parte, sempre comunque raggiungibile dal famoso bivio.


Elenco aule sigillate con Chiavistelli magici che bloccano l'Alohomora:

- Difesa dalle Arti Oscure;
- Aula di Pozioni;
- Aula Arti Oscure;

Questo significa che le altre aule sono CHIUSE A CHIAVE, non che sono a libero accesso.

Torna all'help